Come sapere se il familiare in vita aveva stipulato delle polizze

Come sapere se il familiare in vita aveva stipulato delle polizze in favore di congiunti

Come sapere se il familiare in vita aveva stipulato delle polizzeSpesso capita che la polizza vita stipulata in favore di familiari non venga poi riscossa al momento della morte dello stipulante, a causa della mancata conoscenza dell’esistenza della polizza da parte dei beneficiari. Vi sono tuttavia dei modi per sapere se il parente defunto in vita aveva stipulato delle polizze. Vediamoli.

La prima possibilità è quella di rivolgersi all’associazione ANIA (“Associazione Nazionale fra le imprese assicuratrici”), sul cui sito vi è un’apposita sezione dedicata alla richiesta di informazioni circa l’esistenza di polizze in favore degli interessati. A tal fine la domanda dovrà essere effettuata di persona o da un terzo all’uopo delegato (ad es. un legale) allegando la copia del documento di identità del richiedente nonchè la delega ove la richiesta sia fatta da terzi. La domanda può essere inoltrata via fax o email.

Nel caso in cui fossero rinvenute delle polizze, la Compagnia assicurativa contatterà direttamente il richiedente per informarlo.

Altra possibilità è quella di consultare direttamente la Banca o l’Assicurazione di cui il familiare era cliente.

Talvolta anche il testamento può costituire una fonte di conoscenza utile al riguardo, tuttavia non sempre il de cuius lo lascia.

Anche controllando le spese fatte dal defunto  in vita, ad esempio verificando gli estratti conto, è possibile desumere l’esistenza di polizze. Stesso discorso verificando le dichiarazioni dei redditi.

Qualora invece le somme non siano riscosse, confluiranno in un apposito fondo pubblico (Consap).

A questo punto ci si può chiedere se la Banca o la Compagnia assicurativa abbia o meno l’obbligo di informare i beneficiari circa l’esistenza in loro favore di polizze vita. Sul punto può ritenersi che quando tali società vengono a conoscenza della morte del loro cliente, abbiano l’obbligo di attivarsi per consentire al beneficiario di riscuotere le somme; in caso contrario nessuna responsabilità potrà essere ravvisata in capo a loro, per cui se nel frattempo dovesse maturare la prescrizione, i beneficiari perderanno i loro diritti economici senza la possibilità di rivalersi sulla Banca o sulla Assicurazione.

*** *** *** ***

Richiedi una consulenza legale online allo Staff di Diritto Informazione.

 

Nessun Commento

    Lascia una risposta