Ricorso al Giudice di Pace senza avvocato

Ricorso al Giudice di Pace senza avvocato: contattaci!

Ricorso al Giudice di Pace senza avvocatoPer le cause il cui valore non supera i 1.100 € è possibile fare ricorso al Giudice di Pace anche senza l’assistenza di un avvocato.

Ad esempio, se ricevi una multa di 50 € per un’infrazione al Codice della Strada e ritieni che la stessa sia illegittima, potrai ricorrere al Giudice di Pace al fine di chiederne l’annullamento anche senza l’assistenza di un legale.

Stessa possibilità è data al convenuto, vale a dire a chi viene citato in causa, sempre per le cause il cui valore non supera l’importo di € 1.100.

Come procedere

Vediamo ora come procedere senza avvocato. Sul punto occorre fare una distinzione tra le cause contro le multe (A) per le violazioni al Codice della Strada e tutte le altre cause (B).

A. Le prime, ovvero le cause contro le multe, vanno fatte con ricorso. L’interessato ha due possibilità:

  1. potrà recarsi presso la Cancelleria del Giudice di Pace competente con il ricorso già preparato, dopodichè lo stesso verrà notificato alla controparte (che è l’autorità che ha elevato la multa) a cura della Cancelleria;
  2. potrà richiedere al Giudice di Pace di essere aiutato nella redazione del ricorso: in tal caso, dopo che l’atto è stato scritto, verrà notificato alla parte convenuta sempre a cura della Cancelleria.

In entrambi i casi, successivamente alla notifica ed alcuni giorni dopo, la Cancelleria darà comunicazione al ricorrente circa la data della prima udienza, alla quale egli dovrà comparire di persona, per insistere sull’accoglimento della propria domanda.

B. Per tutte le altre cause invece va predisposto l’atto di citazione  che quanto al contenuto è identico al ricorso e ne differisce solamente per la forma – leggermente diversa – e per il fatto che deve contenere la citazione del convenuto nonchè l’indicazione del giorno della prima udienza.

Ciò che differisce rispetto alla procedura che inizia con ricorso e che in questo caso la notifica alla parte convenuta deve avvenire a cura della parte stessa e non della Cancelleria. In pratica il cittadino dovrà recarsi dall’ufficiale giudiziario per richiedere la notifica.

Successivamente alla notifica, dovrà essere fatta l’iscrizione a ruolo, della quale parleremo più in avanti e che comunque può essere fatta sino al giorno stesso in cui è stata fissata la prima udienza.

Come per il ricorso, anche l’atto di citazione potrà essere fatto autonomamente da parte dell’interessato e poi portato all’ufficiale giudiziario per la notifica, oppure potrà essere redatto con l’aiuto del Giudice di Pace, al quale si dovranno esporre oralmente i fatti.

Nell’atto di citazione come già detto dovrà essere indicato il giorno della prima udienza, che potrà essere scelto a discrezione del ricorrente oppure a seguito di consulto con il G.d.P..

L’iscrizione a ruolo

Come visto, negli atti di citazione, dopo che è stata fatta la notifica, occorre effettuare l’iscrizione a ruolo. L’iscrizione a ruolo potrà essere fatta anche il giorno stesso della prima udienza. Per farla occorre scaricare e compilare l’apposito modello/nota di iscrizione a ruolo  che altro non è se non una pagina dove vanno inseriti alcuni dati (le parti, l’oggetto della contesa, il valore ecc.). Il modello assieme alla copia dell’atto di citazione dovrà quindi essere depositato presso la Cancelleria del Giudice di Pace: questa è la vera e propria iscrizione a ruolo. Nel caso in cui si decida di fare tutto senza avvocato, il personale della Cancelleria potrà aiutare il ricorrente. (Se hai difficoltà a ritrovare e/o a compilare il modello per l’iscrizione a ruolo puoi contattarci).

E’ consigliabile attendere qualche giorno da quando si è fatta la notifica prima di effettuare l’iscrizione a ruolo  in quanto spesso capita che la parte convenuta contatti il ricorrente al fine di proporgli un accordo per chiudere la controversia onde evitare la causa. Questo consente alla parte ricorrente di ottenere subito quanto vantato o anche solo una parte e di risparmiare sui costi dell’iscrizione a ruolo, e di non dover attendere la fine del processo. Qaunto detto vale però solamente per gli atti di citazione, in quanto nei ricorsi l’iscrizione a ruolo va fatta contestualmente al deposito.

I costi

I costi che debbono essere sostenuti per fare una causa davanti al Giudice di Pace sono quelli per la notifica e quelli per l’iscrizione a ruolo.

La notifica costa sui 10-20 €, a seconda di quanto dista il soggetto cui va fatta. Le notifiche dei ricorsi contro le multe invece non hanno alcun costo e come già detto vi provvede la Cancelleria del G.d.P., a proprie spese.

Per quanto riguarda invece i costi dell’iscrizione a ruolo, se il valore della causa è inferiore ad € 1.032, si dovrà acquistare (in tabaccheria) il contributo unificato di € 43 (che diventa € 21,50 se l’atto è un’ingiunzione), mentre, se il valore della controversia supera l’importo di € 1.032, oltre al contributo unificato si dovrà pagare anche la marca da bollo di € 27. Contributo e  marca dovranno essere incollati sulla pagina della nota di iscrizione a ruolo; magari prima di procedere ad incollarli si può consultare la Cancelleria del G.d.P. nel momento in cui ci si reca per effettuare l’iscrizione a ruolo, al fine di evitare errori nella relativa apposizione.

Il contenuto dell’atto di citazione / ricorso

L’atto introduttivo deve contenere tutte le circostanze utili a far comprendere come si sono svolti i fatti e, se possibile, anche l’elencazione delle ragioni di diritto. E’ fondamentale indicare le prove a supporto delle proprie ragioni: se infatti la persona che propone la causa non riesce a dimostrare tramite le prove di aver ragione, potrà risultare soccombente in giudizio con il rischio di dover pagare anche le spese legali all’altra parte. Le prove vanno allegate assieme al ricorso oppure assieme all’atto di citazione che si va a portare presso la Cancelleria del Giudice di Pace nel momento in cui si effettua l’iscrizione a ruolo. Nel ricorso dato che l’iscrizione a ruolo deve essere fatta contestuamente al deposito, occorre allegare immediatamente le prove che si intendono utilizzare.

Ancora sul ricorso al G.d.P. senza avvocato

La possibilità di fare una causa davanti al Giudice di Pace senza l’assistenza di un avvocato come già detto può riguardare tutte le controversie rientranti nel limite di 1.100 €, come quelle in tema di:

  • restituzione di una somma di danaro;
  • pagamento di una somma per dei lavori effettuati;
  • multa per infrazioni al codice della strada;
  • conseguimento del risarcimento del danno civile derivante da reato ove la vittima non si sia costituita parte civile nel processo penale;
  • multe nei parcheggi;
  • liti condominiali (alcune);
  • ecc..

Il Giudice di Pace competente è quello dove risiede il convenuto o, in alternativa, quello del luogo in cui doveva essere adempiuta l’obbligazione oppure, per le multe, il luogo dove le stesse sono state irrogate.

Fare causa al Giudice di Pace da soli può essere conveniente in quanto consente di risparmiare sul costo del legale.

In alternativa puoi contattarci anche utilizzando il form di contatto che trovi di seguito per esporci il tuo caso: in caso di fattibilità possiamo provvedere noi a redigere il ricorso o l’atto di citazione e ad inviartelo nonchè a consigliarti su come agire durante tutto il corso del processo. Il costo di tale servizio è di € 50 tutto incluso (scrittura dell’atto + consulenza completa dall’inizio sino alla fine della controversia davanti al G.d.P.).

Ti possiamo quindi fornire una consulenza continuativa sino al termine della causa. In particolare, oltre alla redazione dell’atto possiamo aiutarti:

  • nella individuazione delle prove da produrre e del soggetto/ente contro cui fare il ricorso;
  • nella notifica dell’atto;
  • nel reperimento e nella compilazione della nota di iscrizione a ruolo.

La consulenza potrà essere fornita anche telefonicamente e pure nello stesso momento in cui si effettuano gli accessi presso gli uffici.

*** *** *** ***

Contattaci, anche utilizzando il seguente modulo di contatto:

Il tuo nome e cognome *

La tua email *

Recapito telefonico *

Oggetto
*

Il tuo messaggio
*

* Acconsento al trattamento dei dati riportati per i soli scopi sopraindicati ai fini della fornitura del servizio descritto (informativa consulenza legale online)

* i campi contrassegnati sono obbligatori

Nessun Commento

    Lascia una risposta