Rinuncia al possesso

La Corte di Cassazione in tema di rinuncia al possesso

rinuncia al possesso

La Corte di Cassazione,  nella Sentenza n. 14370 del 21.12.1999, ha previsto la possibilità che il possesso su di un bene possa venir meno a seguito di un atto di rinuncia al possesso. Tale rinuncia deve però essere manifestata in modo “univoco”, e per cui, sempre secondo il Supremo Collegio, essa non può presumersi da un mero comportamento di “astensione” dall’esercizio del possesso.

Analoga possibilità è stata riconosciuta anche dalla giurisprudenza di merito, secondo la quale, pure, la semplice astensione non determina la perdita del possesso da parte del proprietario, potendosi ritenere che permanga l’animus possidendi quando sia comunque possibile ripristinare l’esercizio del possesso (Corte d’Appello di Roma, IV° Sezione, Sentenza 18.11.2009; Corte d’Appello di Napoli, II° Sezione, Sentenza 5.11.2009).

Come fare. Per ottenere un provvedimento che dispone la perdita del possesso è necessario intraprendere un’azione legale. In alternativa, c’è la procedura stragiudiziale: al seguente link trovi un documento a firma ACI dove è spiegata la procedura da seguire per effettuare la perdita di possesso di un veicolo, con l’indicazione di tutti i documenti all’uopo richiesti.

*** *** ***

Richiedi un consulenza legale online allo Staff di Diritto Informazione.

Se ti è piaciuto questo articolo dedicato alla “rinuncia al possesso”, e vuoi continuare a leggere contenuti simili sul nostro sito Diritto Informazione, rimani in contatto tramite la nostra pagina Facebook. Grazie, e a presto.

Nessun Commento

    Lascia una risposta