Usucapione del parcheggio condominiale

Usucapione del parcheggio condominiale: possibile ma solo se il parcheggio è recintato

Usucapione del parcheggio condominialeE’ possibile usucapire l’altrui parcheggio condominiale ma solo se il lo stesso sia recintato e se tale delimitazione ne impedisca l’utilizzo da parte di altri condomini/persone. Questo è quanto deciso dal Tribunale di Roma in una sentenza del 2017 (n. 712, VII sezione civile).

In questi casi quindi l’usucapiente deve dimostrare non solo che egli ha posseduto ed utilizzato il bene per oltre vent’anni, ma anche che altri condomini non abbiano usufruito dello stesso posto auto. E, secondo il Giudice romano, è evidente che l’assenza di una recinzione possa far presumere l’accessibilità e l’uso promiscuo del bene tale da impedirne l’usucapione.

Gli stessi principi sono stati affermati anche dal Tribunale di Cassino (Sent. 29.05.2008).

Quello che occorre quindi ai fini dell’usucapione è un possesso esclusivo e non un possesso esercitato in comune con altre persone, anche se tale possesso fosse stato pacifico ed indisturbato.

Secondo i Giudici (Trib. Roma e Trib. Cassino) anche il semplice passaggio da parte di terzi sul bene esclude l’usucapione.

Il Tribunale di Roma, nel respingere la domanda, ha ordinato il divieto di transito ed utilizzo del parcheggio da parte del non proprietario.

*** *** *** ***

Forse ti interessa anche:

Nessun Commento

    Lascia una risposta